4 CONSIGLI PER MANGIARE SANO AL RISTORANTE!


Eccoci qua, a cena fuori con gli amici, il momento tanto temuto dopo la frase “mi metto a dieta”.

Il momento in cui sappiamo che stiamo per buttare tutto all’aria, giorni e giorni di sacrifici, insalate insipide, tristi petti di pollo, mele in ogni angolo della casa, allenamenti devastanti in palestra, per poi arrivare al weekend….e in un attimo, cancellare ogni traccia del tanto sudato passato.

Ok, calma, siamo davvero sicuri che una cena fuori debba rovinare ogni nostro passo in avanti? Non dovrebbe essere un momento positivo per la nostra mente, e quindi un contributo al nostro benessere, alla nostra forma fisica (che come ricordo sempre è un connubio perfetto tra corpo e mente).

Vogliamo davvero rinunciare a momenti di svago con amici, familiari o partner, solo perché “siamo a dieta”?

Bene, se ti dico che tutto questo può addirittura agevolare la tua perdita di peso?

Ogni momento di stress, produce un ormone che va proprio contro i nostri obiettivi di peso forma, il famoso Cortisolo, rinunciare a ciò che ci fa stare bene, ed imporci schemi eccessivamente rigidi a livello alimentare e comportamentale, può aumentare i nostri livelli di stress. Quindi, per raggiungere un obiettivo, dobbiamo concederci serenità, come?

Mettendo in pratica qualche trucchetto per poterci concedere un po’ di sano svago alimentare.

1) NON ARRIVARE AL RISTORANTE A STOMACO COMPLETAMENTE VUOTO:

Ma come? E io che non ho mangiato niente tutto il giorno per potermi concedere tutto il menù stasera.

Sbagliato.

Pensaci bene, se abitui il corpo a non mangiare per ore e ore tutta la giornata, e poi lo carichi fino alla morte arrivato a sera, cosa succederà? STRESS.

L’organismo inizierà a produrre quantità infinite di cortisolo, il quale farà in modo di farti accumulare molto più grasso, molti più zuccheri e molti più liquidi di quelli necessari, proprio per poter SOPRAVVIVERE alla prossima fase di “carestia”.

Risultato: il giorno dopo sarà come avere combattuto una lunga guerra ed averla persa, sentendoci gonfi, senza energie, e pieni di sensi di colpa.

Benvenuto CORTISOLO.

CONSIGLIO: mangia leggero durante la giornata evitando lunghi digiuni, e poco prima di uscire di casa (per evitare di smangiucchiare più del dovuto in attesa dell’ordinazione) mangia un frutto, una verdura cruda, ricchi di acqua, che ti impediscano di divorare anche solo il tovagliolo appena seduto a tavola.

2) DECIDI LA TUA PRIORITÀ:

Stasera hai voglia di pasta?

Ok, non toccare quel pezzo di pane nel cestino a centro tavola.

No, neanche il pacchettino di grissini. Prendi la bottiglia d’acqua, e inizia a versarti il primo bicchiere, riempendo lo stomaco d’acqua sarai meno tentato dal cedere alle tentazioni.

E se ci sono degli antipasti?

Cerca di evitare l’eccesso di carboidrati (visto che ne andrai ad inserire parecchi) ma prediligi le proteine. Assaggia, ripeto assaggia.

Il che significa, prendi di tutto un po’, ripeto, un po’. Che non significa una porzione intera di ogni cosa che troverai in tavola, respira, fai e entrare aria nel corpo, e continua a bere acqua mentre stuzzichi qualche assaggio.

Stasera vuoi concederti il dolce? Allora scegli un secondo piatto invece di un primo, servirà ad inserire il giusto apporto proteico senza caricare coi carboidrati che inserirai a fine pasto. Magari ordina un’insalata di contorno, ti aiuterà a riempirti prima e a non esagerare con le porzioni.

CONSIGLIO: assicurati sempre di avere un giusto equilibrio tra carboidrati, proteine e grassi (questi ultimi andranno conteggiati in un piatto più pesante del solito), e in base alla tua priorità, fai la tua ordinazione.

3) MANGIA LENTAMENTE:

Cerca di goderti la compagnia delle persone, ci si concentra sempre troppo sul cibo, abbiamo scelto di passare la serata con degli amici, o con il nostro/nostra partner, o magari siamo in famiglia, abbiamo scelto di essere li con loro per il piacere della loro compagnia (se così non dovesse essere hai tutto il mio appoggio, abbuffati, ne hai bisogno).

Chiacchierare, oltre a distrarci dall’ossessione del cibo, ci permette di sintonizzarci su una diversa frequenza d’onda, godendoci il momento presente. Quando mangiamo con foga, non siamo nel presente, siamo nel futuro, vogliamo finire il piatto il prima possibile, ma perché? Pensiamo al paradosso.

Per approfondire l’argomento leggi l’articolo “DIMAGRIRE MANGIANDO LENTAMENTE”.

CONSIGLIO: Se quel piatto ci piace, dovremmo volercelo gustare il più possibile, assaporarlo, vivere quel momento, invece? Lo divoriamo.

La mente umana a volte è davvero illogica. Riflettiamo su questo assurdo schema mentale, una volta consapevoli di tutto questo, riusciremo a masticare con calma, respirare tra un boccone e l’altro, chiacchierare con i commensali, ed essere pienamente nel momento che per tutto il giorno abbiamo desiderato, di fronte a quel piatto di carbonara con le persone care.

4) BEVI ACQUA:

Conosco tante persone che NON BEVONO durante il pasto. Molte di questa stanno leggendo l’articolo in questo momento, non faccio nomi, ma tu, tu con la coscienza sporca, lo sai. Lo sai che non tocchi la bottiglia d’acqua se non per passarla a quel meraviglioso essere umano in perfetta salute che BEVE i suoi NUMEROSI bicchieri D’ACQUA durante la cena.

Tu lo sai.

Ma non lo fai perché mangi inconsapevolmente. Quindi ora fermati, interrompi questo articolo, vai a versarti un bicchiere d’acqua.

Sto aspettando.

Vai.

Non sto scherzando.

Ah, stiamo qui tutto il giorno.

Daii ci sono i SANI che stanno aspettando.

Ok. Finisci il bicchiere però. Tutto. Bene. Bravo.

Ora, senti come l’acqua ti riempie lo stomaco, te lo pulisce. Ogni volta che sei a cena o a pranzo, e stai mangiando, fermati, respira un attimo, bevi un sorso d’acqua, e ricomincia.

Noterai come, in questo modo, mangerai MENO rispetto al solito.

Primo, perché ti rilasserai e avrai modo di percepire meglio il senso di sazietà, rallentando la masticazione.

Secondo, perché l’acqua riempie lo stomaco, anche se momentaneamente, e ti impedirà di esagerare con le porzioni.

Prova. Non ti costa nulla, ti “costerebbe” di più se ti dicessi di bere vino, ma sto parlando di acqua. Acqua. Non alcol. Quelle sono calorie che si aggiungono inconsapevolmente al pasto, quindi se scegli di bere vino, diminuisci le porzioni di carboidrati.

Insomma, se usi questi semplici 4 consigli, potrai sempre concederti dei momenti di svago, e ricorda, sono importanti.

Non dobbiamo rinunciare a tutte le prelibatezze che esistono solo perché abbiamo fatto un fioretto. Siamo umani, dobbiamo solo trovare la giusta misura, equilibrare le nostre scelte senza farci prendere dalla foga.

Trova il tuo equilibrio, la tua personale armonia, nessuno è uguale ad un altro, e ognuno di noi ha le sue personali “regole” da seguire per stare bene con se stesso.

Ascoltati sempre, non trascurare le tue sensazioni. Viviti e vivi il tuo presente senza correre troppo avanti o troppo indietro. E se succede che magari esageri con una cena troppo pesante….leggi il prossimo articolo e ritorna in carreggiata “COME RIMEDIARE ALLE ABBUFFATE”.

Puoi sempre tornate sulla strada giusta, a volte ci sono solo delle piccole deviazioni.

#ristorante #cibo #alimentazione #acqua #dieta #mangiare #cena #pranzo #pasto #food